Altroconsumo

Clicca Qui

Altroconsumo è la più importante associazione di consumatori in Italia, e con ben ottanta avvocati a disposizione degli iscritti, tutela diritti troppo spesso negati. Il motivo per il quale mi accingo a parlare di questa organizzazione è perché, poco tempo fa mi sono trovata a combattere letteralmente contro fastweb, che esigeva il pagamento di utenze non spettanti, in quanto, avendo effettuato la portabilità, per quel periodo avevo già pagato Telecom.

E’ cominciato un calvario, fatto di telefonate, reclami scritti, raccomandate. Alla fine, non sapendo più a chi rivolgermi, e non avendo alcuna intenzione di pagare qualcosa che non dovevo, mi sono associata ad Altroconsumo. I legali dell’associazione hanno preso in mano la situazione e io, finalmente, ho trovato la pace.

Ma il guadagno dov’è? Per quale motivo ve ne parlo? Innanzitutto, essere tutelati legalmente, e non essere costretti a versare somme che non dobbiamo, è già un bel guadagno. Inoltre, iscrivendovi ad Altroconsumo, riceverete un tablet da sette pollici con sistema operativo Android che rimarrà comunque vostro anche nel caso in cui decideste di recedere.

Per iscriversi ad Altroconsumo, qualora il banner non fosse visibile, cliccate il seguente link: https://offerta.altroconsumo.it/promo/?utm_source=Webbdone&utm_medium=DEM&utm_campaign=SimpleDR&prm_id_c=6574&cop_id_c=Gift&s=regalo

Ma quanto costa abbonarsi ad Altroconsumo? Per i primi due mesi, il costo è di solo due euro al mese, e, ci tengo a precisarlo, si può annullare l’iscrizione in qualsiasi momento senza alcun aggravio aggiuntivo.

Inoltre, diventando soci, si partecipa automaticamente al concorso che, tra i tanti premi, prevede l’estrazione finale di una Mini cooper.

Poi, spulciando nel sito di Altroconsumo, ho scoperto di aver diritto a tantissime cose di cui ignoravo completamente l’esistenza.

Quindi, se avete necessità di essere tutelati nei confronti di un gestore non troppo onesto, a mio parere Altroconsumo è la soluzione più valida ed economica, anche perché un avvocato privato non si accontenterebbe di certo di un onorario pari a soli due euro mensili.

Una volta conclusa la controversia con Fastweb è probabile che effettuerò la disdetta al servizio, ma in pochi mesi ho guadagnato un tablet, assistenza giuridica, e ,cosa fondamentale, non sono stata costretta a pagare quanto esigeva il mio vecchio gestore telefonico! E questa si che per me è stata una grande soddisfazione!

Questa voce è stata pubblicata in Guide e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *